Contatta il reparto vendite 800 13.40.41 | Richiedi il Supporto Partner EN flag

KNOWLEDGE BASE

Knowledge Base

Come trasferire un sito Wordpress su Plesk

Una situazione che si verifica di sovente quandoi si cambia provider Web hosting è trasferire l’intero sito in modo che sia disponibile sull’infrastruttura del nuovo provider.

È alquanto semplice trasferire un sito Wordpress, infatti occorre solo esportare i file e il database del “vecchio” sito ed importarli nella nuova piattaforma, previa creazione di un nuovo database e installazione di Wordpress.

Scaricate tramite FTP tutto il contenuto che avete aggiunto manualmente, come video, foto, documenti, etc.., dal vostro sito (guida di riferimento qui) ed eseguite il backup del database MySQL (in gergo tecnico, eseguite il dump del database: guida di riferimento qui per phpMyAdmin; il dump può essere fatto anche tramite Plesk). Questi due elementi preziosi costituiscono la base di partenza per la migrazione del sito e sono indispensabili. Serve anche un terzo elemento, cioè il file wp-config.php, il quale contiene tutte le impostazioni del sito ed è indispensabile.

Una volta procurati questi elementi è necessario agire in Plesk creando un’installazione di Wordpress manuale oppure automaticamente tramite Toolkit (guida di riferimento qui), avendo cura di scegliere le versioni corrispondenti di Wordpress e, nelle impostazioni del sito, di php e MySQL.
Alcuni provider permettono di scaricare i file del sito in un unico archivio .zip, scelta preferibile (perché più veloce) rispetto a scaricare tanti file alla volta via FTP. Se avete questa possibilità, sceglietela; Plesk permette di scaricare l’intero sito come archivio .zip.

Una volta creato il nuovo sito Wordpress, che evidentemente è quello di default, si possono importare i file (incluso wp-config.php) e, tramite phpMyAdmin, il vecchio database. Modificate il file wp-config.php -è possibile farlo direttamente da browser grazie all’editor testuale disponibile in Plesk- e modificate le seguenti linee di codice in modo da riflettere il nome del nuovo database e le credenziali dell’utenza di accesso.

define('DB_NAME', 'user_wrdp1');
/** MySQL database username */
define('DB_USER', 'user_wrdp1');
/** MySQL database password */
define('DB_PASSWORD', 'password');

Assicuratevi che il nome utente e la password del nuovo database coincidano con quelle del vecchio database (si impostano in fase di installazione di Wordpress; se avete scelto l’installazione automatica tramite Toolkit, create un nuovo utente con le credenziali corrette e cancellate quello creato automaticamente), e anche il nome del database stesso sia corretto.

Se non ci si sono verificati problemi, dovreste vedere il vecchio sito sulla nuova piattaforma.

In caso contrario occorre controllare i log (guida di riferimento qui) per determinare l’origine del problema. Uno dei problemi più frequenti è dato dall’errore “Cannot establish a connection to the database” o simili: php non riesce ad interrogare il database perché le informazioni relative a nome del database e credenziali utente non combaciano con quelle effettive. Aprite il file wp-config.php ed eseguite le modifiche necessarie.

Banner
Ripe Ncc Member
vmware
CloudLinux
Plesk
HP
Microsoft