Listino Supporto Partner Contatti 800 13.40.41

KNOWLEDGE BASE

Knowledge Base
× Non sei ancora nostro cliente 1Backup? Diventa Partner CoreTech e visita il nostro configuratore prezzi

Come creare il job di backup per una VM con 1Backup

Come creare il job di backup per una VM con 1Backup

Successivamente all’installazione dell’agent bisogna creare il job di backup, in questo caso proveremo ad fare il backup e successivamente il restore di una macchina virtuale su VMware Workstation Pro 14.
Per prima cosa avviare 1Backup ed effettuare la login, verrà avviato l’applicativo e si aprirà il menù principale. A questo punto, fare clic sull’icona arancione Backup Impostati.

A seguito del clic su Backup impostati  si accede alla finestra di dialogo corrispondente che riepiloga i backup schedulati; qui bisogna fare clic sul pulsante Aggiungi

Qui, per prima cosa definiamo il nome da assegnare al backup e poi il tipo, accedendo al relativo menu Tipo di backup impostato andiamo a scegliere Vmware Backup. Selezionando questo tipo di backup, nella finestra appaiono delle ulteriori caselle specifiche con voci di menu come Version, dove bisogna scegliere il tipo di macchina virtuale (nel caso dell’esempio proposto è una Vmware Workstation); troviamo anche la casella Password di accesso alla macchina virtuale e la casella dove scrivere l’host, la porta utilizzata per accedere al server e la porta SSH.

Accediamo così alla finestra Origine Backup che riporta le directory corrispondenti alle macchine virtuali disponibili (immagine seguente) dove selezionare la VM di cui eseguire il backup ponendo il segno di spunta accanto al suo nome (o a più nomi, se vogliamo eseguire il backup di più macchine virtuali) nella struttura ad albero.

Qui scegliamo le impostazioni di programmazione del backup.

A questo punto possiamo definire una destinazione del backup, che non è necessariamente 1Backup ma può essere una piattaforma Cloud come quella di Amazon o di Google, ovvero un servizio FTP. Nel nostro caso scegliamo 1Backup.

Fatta la scelta di destinazione si arriva alla finestra Crittografia.

Se vogliamo la crittografia spostiamo il cursore Cripta dati di backup su ON e si attiva il menu a tendina dove possiamo scegliere il tipo di crittografia da adottare. Fatto ciò, con Avanti si passa alla successiva finestra di impostazione.
Notate che la chiave di crittografia può essere costruita sulla base di una predefinita (la password corrispondente a Default è molto lunga e viene visualizzata una volta sola, durante l’installazione), una personalizzata ovvero dietro autenticazione (se disponibile) con password utente.
Notate anche che durante la creazione del backup, nell’invio alla destinazione e sull’unità di storage locale o Cloud dove risiederà il backup stesso, i dati saranno cifrati. L’informazione sulla chiave servirà a decifrare i dati durante il relativo restore; per l’esattezza il dato giunge criptato alla macchina su cui è richiesto il restore e lì l’agente lo decifrerà.

Va precisato che se la macchina dove è stato installato l’agente con il quale eseguiamo un backup poi si guasta, occorre installare l’agente su una nuova, solo che a questo punto il restore è più critico, in quanto l’agente chiederà la password di crittografia, che in questo caso è “cablata” all'interno dell'applicazione. In questo caso bisogna nuovamente specificare la password di crittografia nel momento in cui si tenterà il restore.

Ritornando al menù principale e cliccado du backup (icona blu) si apre una finestra dove vengono visualiazzati i backup impostati.

Qui è possibile selezionare il backup set desiderato e successivamente startare un primo backup manualmente.

Cliccando su mostra opzione avanzata si aprirà un menù dove sarà possibile selezionare il tipo di backup da effettuare ( Full, Differenziale , Incrementale).

Cliccando su backup verrà avviato la copia sulla destinzione scelta.

Al completamento del backup sarà possibile visualizzare i dettagli cliccando sulla lente di ingrandimento a fianco la barra di stato..

Banner

In ogni momento, dalla schermata iniziale possiamo, cliccando sul pulsante giallo Report, vedere il rapporto sul backup eseguito e in generale su quelli eseguiti (immagine seguente).

 

 

Ripe Ncc Member
vmware
CloudLinux
Plesk
HP
Microsoft