Listino Supporto Partner Contatti 800 13.40.41

Articoli

Icona delle News


Privacy Shield: cos’è e perché l’Ue lo annulla

Il Privacy Shield è bocciato dalla Ue perché non conforme al Gdpr.

31/07/20 Debora Visconti Blog

PILLOLE IT
Quando l’informazione è tecnologia

16-07-2020

Banner

Il 16 luglio la Corte di giustizia dell’Unione Europea ha bocciato il Privacy Shield, in italiano “scudo per la privacy”. Si tratta di una decisione importante che determina conseguenze significative sulle attività delle aziende IT. Infatti, l’operatività nella gestione delle informazioni deve essere ripensata.

La Corte di giustizia europea ha deciso: salta il Privacy Shield. Cos’è esattamente questo scudo per proteggere i dati dei cittadini? Il Privacy Shield è un accordo tra Unione Europea e Stati Uniti che permette alle aziende con sede americana di trasferire i dati dei cittadini europei nei propri database, rispettando le norme elencate nel documento.

I server americani non sarebbero sufficientemente sicuri per garantire la privacy dei cittadini europei. La decisione della Corte di giustizia non interrompe completamente le attività di gestione delle informazioni, ma comporta una sorta di “giro di vite”, con controlli più severi.

Privacy Shield e Gdpr: c’è incompatibilità

Privacy Shield e Gdpr non convolano a nozze. Per la Corte di giustizia, l’accordo tra Unione Europea e Stati Uniti non rispetta le normative del General data protection regulation (Regolamento generale sulla protezione dei dati).

La vicenda che ha portato a mettere in discussione il Privacy Shield è nata con la denuncia di un cittadino austriaco. L’uomo si è reso conto i suoi dati erano stati trasferiti da Facebook Ireland a Facebook In, quindi su server americani.

Approfondisci sul sito del Corriere

 

VUOI CONFRONTARTI CON ESPERTI SUL CLOUD?
ENTRA A FAR PARTE DEL NOSTRO GRUPPO SU FACEBOOK

 


Video Premium su GDPR

Corsi Premium - GDPR
Ripe Ncc Member
vmware
CloudLinux
Plesk
HP
Microsoft