Listino Supporto Partner Contatti 800 13.40.41

Articoli

Icona delle News


#1 CoreTech Chat – La tua opinione conta!

1 CoreTech Chat – La tua opinione conta

04/06/18 Roberto Beneduci Blog

Da uno scambio mail dopo la pubblicazione dell’articolo “Converti al Cloud e prendi due piccioni” del 21 Marzo 2018.

Dopo la NL e la pubblicazione dell’articolo “Converti al Cloud e prendi due piccioni” ci scrive un cliente:

“Ho letto con interesse il post ricevuto via mail.

È indubbio che oggi vi sia un forte interesse di tutti i fornitori di servizi in cloud di convincere clienti e loro referenti informatici ad utilizzare il cloud in maniera sempre più estesa. Meno mi convince il fatto che vi sia una equa ripartizione del profitto in relazione alle responsabilità che alcuni servizi implicano

Tanto per essere concreti... se vado da un mio cliente e lo persuado ad acquistare un servizio di 1backup dopo avergli fatto una ramanzina sulla sicurezza dei dati, sugli attacchi hacker e sul fatto che i suoi dati stanno in buone mani in un super data center, gli sto in realtà proponendo un servizio che contiene tra le righe del contratto di utilizzo queste meravigliose frasi:

---------------

Esclusione Di Garanzia

la trasmissione, l'archiviazione, la visualizzazione e il recupero di dati e file attraverso il world wide web è soggetto a una serie di condizioni che rendono tale trasmissione, archiviazione, visualizzazione e il recupero potenzialmente inaffidabili. pertanto, il tuo account e il servizio vengono forniti "così come sono" e "come disponibili", a vostro rischio e pericolo. CoreTech srl, per conto dei suoi distributori, pubblicitari e fornitori, esclude ogni garanzia e condizione, implicita o esplicita, derivante dalla legge o altro, in rispetto del tuo account e del servizio (inclusi, senza alcuna limitazione, le garanzie implicite di commerciabilità, idoneità per un particolare scopo e non violazione). il tuo account e il servizio potrebbero non soddisfare le vostre esigenze. 
CoreTech non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia:

  1. che il tuo account o il servizio soddisfi le tue esigenze;
  2. che l'accesso al tuo account o il servizio sarà puntuale, senza errori, interruzioni, virus o sicuro;
  3. che i dati e file memorizzati nel tuo account non andranno persi o danneggiati;
  4. che i dati sul desktop o server non vengano persi o danneggiati;
  5. che i difetti del servizio saranno corretti.

L'utente riconosce che ogni materiale e dato recuperati attraverso l'uso del servizio è a sua scelta e rischio e che sarà l'unico responsabile per eventuali danni al computer o perdita di dati derivanti dal recupero di tale materiale o dati.

--------------------

Forse mi sono perso qualcosa del ragionamento fatto nel vostro articolo... 

Ma ho il forte sospetto che il cloud sia, non dico sempre ma spesso, solamente un gran affare per chi sta a monte della catena, poiché tanto le grane e i rischi sono tutti sulle spalle di colui che propone e configura tali servizi al cliente finale. Sarei tanto contento di sbagliarmi... “

 

Ed ecco cosa risponde CoreTech

“Buongiorno, cerco di rispondere alla sua email.

Confermo che il Cloud è un business profittevole per i cloud provider. La crescita del settore è a due cifre, mediamente superiore al 50% anno su anno. Ma questo non si raggiunge in maniera semplice. Sono necessari investimenti ingenti e parecchio lavoro.

C'è chi ha scelto di fare il cloud provider attraverso scorciatoie, utilizzando ad esempio hardware "noleggiato", hardware a basso costo, data center scadenti o data center fatti in casa... letteralmente in cantina o in uno stanzino, con un pinguino e un gruppo di continuità "domestico". Gli stessi magari hanno utilizzato prodotti commerciali accessibili a tutti per la scelta della piattaforma di gestione, come ad esempio vCloud Director di VMware od altri prodotti come OnApp.

Poi ci sono quegli interlocutori che hanno intrapreso strade più difficili, lunghe e dispendiose. Acquistano hardware di marca, più affidabile e più performante, a maggior costo... usano data center di prima scelta... e hanno investito nello sviluppo di piattaforme di orchestrazione proprietarie.

Banner

CoreTech ha scelto la seconda strada.

Quindi se da una parte è vero che si guadagna, dall'altra è vero che si spende parecchio.

Noi acquistiamo server HP, Switch Aruba, Firewall Enterprise di Fortigate. Abbiamo sviluppato una piattaforma in continua evoluzione che ha richiesto 5 anni di lavoro.

Ma il punto centrale non è quanto guadagna il cloud provider. Perché se fa questo ragionamento, rischia di infilarsi in un vicolo cieco anche quando va a fare la spesa al supermercato.

Dovrebbe pensare se quello che guadagna è giusto e in linea con quello che offre il mercato.

Deve pensare se ritiene di avere un panorama di scelta del fornitore soddisfacente per lei.

Il nostro partner mediamente ha un margine standard del 25% che è un margine superiore a quello che le lasciano i vendor hardware come HP, IBM, Dell. È un margine equivalente o superiore a quello che le lascia Microsoft od altri brand.

Se lei può avere trattamento migliore da parte di Amazon, Google, Azure, DigitalOcean, Ovh o Aruba... allora ponderi la sua scelta e decida da chi fornirsi.

Non faccia però l'errore di non scegliere nessuno perché crede che quello che guadagnano i provider è troppo, altrimenti chi ci rimette è solo lei.

Il punto è che i clienti si stanno spostando nel cloud. La domanda che si deve porre è: "Adesso io che cazzo faccio?" 

Può decidere di remare contro e opporsi al cambiamento... In tal caso, posso farle cambiare idea dicendo qualcosa? Non credo.

Però le posso dire cosa succede ogni giorno. Le riporto la telefonata di oggi da parte di un rivenditore (mi è stata riferita da una collega) che si serviva da un altro distributore per un prodotto che vendiamo (non un prodotto cloud).

Ci ha chiamato... era arrabbiato con sé stesso perché ha perso un cliente che si è fatto soffiare da un altro partner che gli ha offerto il cloud. Questa cosa ha fatto scattare in lui l'istinto di sopravvivenza e ha deciso che il suo attuale distributore non è allineato alle esigenze di mercato.

Ha detto "da adesso compro da voi quel prodotto, perché so che diventando vostro partner potrò avere accesso anche alle altre offerte Cloud. Poi sarò io a decidere caso per caso se offrire al cliente la soluzione on premises o la soluzione cloud, in base a quello che mi conviene

Il consiglio che posso darle è di scegliere qualcuno e impostare una sua strategia ANCHE di offerta Cloud.

Relativamente ai contratti. Non ce lo siamo inventati noi da zero... Abbiamo preso i contratti di una decina di provider - italiani ed esteri - e quello che abbiamo realizzato, con il supporto del legale, ne è la falsa riga.

Chiaro che se ha clienti che la pagano bene, spendono quello che c'è da spendere per IT e stanno al passo coi tempi dal punto di vista infrastrutturale... allora non c'è bisogno che li porti in cloud.

Grazie per il suo feedback. Ci fa capire come la pensano i partner, anche quelli che non ci scrivono.


Articoli su CoreTech

Entra anche tu a far parte della prima Community che parla di Cloud in ItaliaGiovedì 7 Maggio, ore 16.00 | VIDEO CONFERENZA APERTA A TUTTIL’effetto WOWScadenze di Aprile e possibili crisi di liquidità. Cosa può fare CoreTech per i PartnervCP - Diventare Virtual Cloud Provider grazie al White Label di CoreTechLink e informazioni relative a Video Call del 24 MarzoAppello ore 18.30 del 24 Marzo. Facciamo il PUNTO e AIUTIAMOCI tra NOIAppello ore 18.30. Aiutiamo i nostri clienti. Video Chiamata aperta a tuttiPatrick Vaccalluzzo, marketing & sales, CoreTechNuovo menu sul sito CoreTechSopravvivere al cloud, la rivoluzione per i partner vista da CoreTechRisveglio dal torpore in cerca del cambiamento: la trappola della Confort Zone!14 Workshop GRATUITI con CoreTechMSP - Che differenza c’è tra lavorare SUL Business o NEL Business?Come sono diventato Sistemista....Per vincere...News dallo ShopNews dallo Shop – CoreTech Live Support#1 CoreTech Chat – La tua opinione conta!Italia Paese di innovazioneÈ ufficiale, Micro Focus sarà Partner del Summit 2018Ti fanno pagare tutto, anche l'aria che respiri… e poi si fanno chiamare Partner!Online la pagina che raccoglie tutte le registrazioni dei webinar disponibiliNews Shop CoreTechPromozioni del meseAttenzione ai falsi operatori Microsoft, due persone già truffateNews dello Shop CoreTechCoreTech entra a far parte di CompTIA, la Community dedicata all’ITSHOP CORETECH SCOPRI LE NUOVE FUNZIONALITÀPorta un amico!CoreTech, distributore GFI-Kerio per l’ItaliaComunicazione di servizio: numero di telefonoCoreTech Partern Gold dell'evento internazionale riconosciuto da Joomla!.orgCoreTech, da oggi nasce il primo New Generation ProviderAperte le iscrizioni al festival ICT 2015SMAU Milano 2015 - Richiedi il tuo invito elettronico!Iscrizione Webinar - nuova proceduraWorkshop 2015StartUp e MigrazioniNovità da CoreTechPromozione Festival ICTCorsi Febbraio 2016!I corsi sono indispensabili per “afferrare” alcuni concetti
Ripe Ncc Member
vmware
CloudLinux
Plesk
HP
Microsoft