Become a partner   | Request Support  | Contact Sales

KNOWLEDGE BASE

Knowledge Base
1Backup
Acronis
Antivirus
Email
Firewall
GFI Software
Mail
Monitoring
N-Able
Sicurezza
TSPlus
× Non sei ancora nostro cliente Eset? Diventa Partner CoreTech e visita il nostro configuratore prezzi

ESET - Protect Cloud, Push Notification Service

ESET Push Notification Service

ESET Push Notification Service (EPNS) riceve i messaggi da ESET PROTECT Cloud, se ESET PROTECT Cloud ha una notifica per il client. La connessione è in esecuzione per consentire a ESET PROTECT Cloud di inviare immediatamente una notifica (push) a un client. In caso di interruzione della connessione, il client tenta di riconnettersi. Il motivo principale della connessione permanente consiste nel rendere i client disponibili per la ricezione dei messaggi.

Un utente di Web Console può inviare chiamate di riattivazione tramite EPNS tra ESET PROTECT Cloud Server e le istanze di ESET Management Agent.

Banner

Dettagli di connessione

Per configurare la rete locale per consentire le comunicazioni con EPNS, le istanze di ESET Management Agent devono essere entrambe in grado di connettersi al server EPNS. Se non è possibile stabilire una connessione con EPNS per gli agenti, saranno interessate solo le chiamate di riattivazione.

Protezione trasporto

SSL

Protocollo

MQTT (protocollo di connettività da macchina a macchina)

Porta

•principale: 8883

•fallback: 443 e la porta del proxy configurata dal criterio dell’agente ESET Management

La porta 8883 è l’impostazione preferita, in quanto si tratta di una porta MQTT. 443 è solo una porta di fallback ed è condivisa con altri servizi. Inoltre, un firewall può interrompere la connessione sulla porta 443 a causa dell'inattività o del limite massimo di connessioni aperte per il server del Proxy HTTP.

Indirizzo host

epns.eset.com

Compatibilità proxy

Se si utilizza il proxy HTTP per l’inoltro delle comunicazioni, anche le chiamate di riattivazione vengono inviate tramite il proxy HTTP. L’autenticazione non è supportata. Controllare di aver configurato il proxy HTTP nel criterio dell’agente sui computer dove si desidera inviare le chiamate di riattivazione. Nel caso in cui il proxy HTTP non dovesse funzionare, le chiamate di riattivazione vengono inviate direttamente.