Request Support  | Contact Sales

KNOWLEDGE BASE

Knowledge Base
1Backup
Acronis
Antivirus
Email
Firewall
GFI Software
Mail
Monitoring
N-Able
Sicurezza
TSPlus
× Non sei ancora nostro cliente Acronis? Diventa Partner CoreTech e visita il nostro configuratore prezzi

Acronis - Utilizzo del portale di Gestione: Widget Panoramica dei workload

La tabella seguente fornisce più informazioni sui widget presenti nella sezione Panoramica dei workload.

Widget Descrizione
Stato della protezione dei workload cloud

Questo widget mostra il numero di workload cloud protetti e non protetti per tipo al momento della generazione del report. È considerato protetto un workload cloud al quale è applicato almeno un piano di backup. È considerato non protetto un workload cloud al quale non è applicato alcun piano di backup. Nel diagramma sono mostrati i tipi di workload cloud elencati di seguito (in ordine alfabetico dalla A alla Z):

  • Google Workspace Drive
  • Google Workspace Gmail
  • Google Workspace Shared Drive
  • Caselle di posta di Exchange ospitato
  • Caselle di posta di Microsoft 365
  • Microsoft 365 OneDrive
  • Microsoft 365 SharePoint Online
  • Microsoft Teams
  • Siti Web

Per alcuni tipi di workload, vengono utilizzati i seguenti gruppi di workload:

  • Microsoft 365: Utenti, Gruppi, Cartelle pubbliche, Team e Raccolte di siti
  • Google Workspace: Utenti e unità condivise
  • Exchange ospitato: Utenti

Se in un gruppo di workload sono presenti più di 10.000 workload, il widget non mostra alcun dato per i workload corrispondenti.

Se, ad esempio, il cliente dispone di un account di Microsoft 365 con 10.000 caselle di posta e di un servizio OneDrive per 500 utenti, tutti appartengono al gruppo dei workload utente. La somma di questi workload è pari a 10.500, che supera il limite di 10.000 unità per un gruppo di workload. Pertanto, il widget nasconderà i tipi di workload corrispondenti: Caselle di posta di Microsoft 365 e Microsoft 365 OneDrive.

Riepilogo di Cyber Protection

Questo widget mostra le metriche principali delle prestazioni di Cyber Protection per il periodo di tempo specificato.

Dati di cui è stato eseguito il backup - Dimensione totale degli archivi creati negli storage cloud e locale.

Minacce mitigate - Il numero totale di malware bloccati su tutti i dispositivi.

URL dannosi bloccati - Il numero totale di URL bloccati su tutti i dispositivi.

Vulnerabilità con patch applicate - Il numero totale di vulnerabilità corrette tramite l'installazione di patch software su tutti i dispositivi.

Patch installate - Il numero totale di patch installate su tutti i dispositivi.

Server protetti da Disaster Recovery - Il numero totale dei server protetti da Disaster Recovery.

Utenti di File Sync & Share - Il numero totale di utenti e di utenti guest che utilizzano Cyber Files.

File autenticati - Il numero totale di file autenticati.

Documenti con firma elettronica - Il numero totale di documenti con firma elettronica.

Dispositivi periferici bloccati - Il numero totale di dispositivi periferici bloccati.

Stato della rete dei workload

Questo widget mostra il numero di workload isolati e di quelli connessi (questo è lo stato normale dei workload).

Selezionare il cliente di interesse; la vista del workload visualizzata viene filtrata per mostrare i workload isolati. Fare clic sul valore Connesso per visualizzare l'elenco Workload con agenti filtrato per mostrare i workload connessi (per il cliente selezionato).

Stato di protezione dei workload Il widget mostra i workload protetti e non protetti per tipo al momento della generazione del report. È considerato protetto un workload al quale è applicato almeno un piano di backup o di protezione. Un workload non protetto è un workload al quale non è applicato alcun piano di backup o di protezione. Vengono calcolati i seguenti workload:

Server - Server fisici e server Controller di dominio.

Workstation - Workstation fisiche.

Virtual machine - Virtual machine con e senza agente.

Server di web hosting - Server virtuali o fisici sui quali è installato cPanel o Plesk.

Dispositivi mobili - Dispositivi mobile fisici.

Un workload può appartenere a più di una categoria. Ad esempio, un server di web hosting viene conteggiato in due categorie - Server Server di web hosting.

Banner

Stato della protezione dei workload cloud Stato della protezione dei workload cloud

Il widget mostra il numero di workload cloud protetti e non protetti per tipo al momento della generazione del report. È considerato protetto un workload cloud al quale è applicato almeno un piano di backup. È considerato non protetto un workload cloud al quale non è applicato alcun piano di backup. Nel diagramma sono mostrati i tipi di workload cloud elencati di seguito (in ordine alfabetico dalla A alla Z):

  • Google Workspace Drive
  • Google Workspace Gmail
  • Google Workspace Shared Drive
  • Caselle di posta di Exchange ospitato
  • Caselle di posta di Microsoft 365
  • Microsoft 365 OneDrive
  • Microsoft 365 SharePoint Online
  • Microsoft Teams
  • Siti Web

Per alcuni tipi di workload, vengono utilizzati i seguenti gruppi di workload:

  • Microsoft 365: Utenti, Gruppi, Cartelle pubbliche, Team e Raccolte di siti
  • Google Workspace: Utenti e unità condivise
  • Exchange ospitato: Utenti

Se in un gruppo di workload sono presenti più di 10.000 workload, il widget non mostra alcun dato per i workload corrispondenti.

Se, ad esempio, il cliente dispone di un account di Microsoft 365 con 10.000 caselle di posta e di un servizio OneDrive per 500 utenti, tutti appartengono al gruppo dei workload utente. La somma di questi workload è pari a 10.500, che supera il limite di 10.000 unità per un gruppo di workload. Pertanto, il widget nasconderà i tipi di workload corrispondenti: Caselle di posta di Microsoft 365 e Microsoft 365 OneDrive.