Request Support  | Contact Sales

Diventa Autore per CoreTech | Scopri di più





Stop ai compromessi sulla sicurezza delle applicazioni web

03/02/22 CoreTech Blog

Gli attacchi informatici sempre più sofisticati contro le agenzie federali evidenziano l'urgente necessità di migliorare la sicurezza informatica federale. Per aiutare in questo, CISA ha pubblicato lo Zero Trust Maturity Model per assistere le agenzie nell'implementazione dell'architettura Zero Trust (ZTA) e le moderne soluzioni AppSec sono una parte cruciale di questo sforzo.

Che cos'è il modello di maturità CISA Zero Trust?

In risposta diretta all'ordine esecutivo 14028, Improving the Nation's Cybersecurity , la  Cybersecurity & Infrastructure Security Agency  (CISA) ha rilasciato nuove linee guida sull'architettura zero trust. La CISA esorta le agenzie a sviluppare piani di sicurezza informatica basati su concetti di zero trust: prevenire l'accesso non autorizzato a dati e servizi e rendere l'applicazione del controllo degli accessi il più granulare possibile. Il modello Zero Trust Maturity recentemente rilasciato da CISA   mira ad assistere le agenzie nella progettazione di piani di implementazione ZTA.

Banner

ZTA, come definito dal National Institute of Standards and Technology (NIST), è "un piano di sicurezza informatica aziendale che utilizza concetti di zero trust e comprende relazioni tra componenti, pianificazione del flusso di lavoro e politiche di accesso". Il governo federale deve affrontare una serie di sfide nella transizione alla ZTA, la più ovvia è che i sistemi legacy si basano sulla fiducia implicita, che è in conflitto con il concetto di fiducia adattiva inerente alla ZTA.

Questa guida di CISA è l'ultima a sottolineare un tema più ampio per le agenzie: poiché tutto si sposta nel cloud, la necessità di testare e proteggere tutto, incluso un numero crescente di applicazioni abilitate per il web, è diventata fondamentale. Gli approcci tradizionali o legacy che si concentrano sul livello di rete non sono più sufficienti per affrontare le minacce informatiche.

Un approfondimento sul pilastro n. 4: carico di lavoro delle applicazioni

Il quarto pilastro del documento delinea in modo specifico gli approcci tradizionali, avanzati e ottimali a funzioni quali protezione dalle minacce, sicurezza delle applicazioni e capacità di governance.

Gli approcci tradizionali alla protezione dalle minacce e alla sicurezza delle applicazioni sono descritti come quelli che mancano di integrazione con i flussi di lavoro delle applicazioni e in cui l'agenzia esegue test di sicurezza delle applicazioni prima della distribuzione, principalmente attraverso metodi di test statici e manuali

D'altra parte, in un approccio ottimale, l'agenzia integra profondamente le protezioni contro le minacce nei flussi di lavoro delle applicazioni, rendendo i test di sicurezza delle applicazioni un aspetto fondamentale del processo di sviluppo e distribuzione, compresi i test automatici regolari per le applicazioni di produzione. Il documento sollecita inoltre il monitoraggio continuo e dinamico dell'integrità e della sicurezza delle applicazioni, insieme a policy di test granulari e report per rafforzare le capacità di governance critiche.

Un invito all'azione per la moderna sicurezza delle applicazioni web

In ciascuno di questi casi, la spinta verso l'approccio ottimale alla protezione dei carichi di lavoro delle applicazioni è un chiaro richiamo al livello di orchestrazione, automazione e governance che può essere fornito solo dalle moderne soluzioni di test della sicurezza delle applicazioni Web.

CISA afferma: "L'integrazione continua e i modelli di distribuzione continua che integrano test e verifica della sicurezza in ogni fase del processo possono aiutare a fornire garanzie sulle applicazioni distribuite". In tal modo, chiarisce che la moderna AppSec richiede la capacità di spostarsi a sinistra e integrarsi nel ciclo di vita dello sviluppo software (SDLC), integrando la sicurezza nello sviluppo il prima possibile.

Ma le agenzie non possono fermarsi qui. CISA prosegue affermando: "Questa metodologia può essere applicata all'intero ciclo di vita dell'applicazione per includere il monitoraggio della salute e della sicurezza, attraverso mezzi sia esterni che interni, delle applicazioni distribuite, incluso ogni componente del flusso di lavoro di un'applicazione". Quando si sposta a sinistra, le agenzie non possono perdere di vista il quadro generale. Questa sezione illustra il caso di scansioni e test automatici regolari per coprire l'ampia superficie di attacco che rimane esposta a destra (app in fase di staging e produzione).

Perché la moderna AppSec è l'unico modo per andare avanti per le agenzie

Sebbene a prima vista una parte relativamente piccola della recente guida ZTA, la sicurezza delle applicazioni web avrà un impatto sproporzionato sulla capacità delle agenzie di fornire applicazioni conformi su larga scala. Le oltre 1,9 miliardi di app Web in uso oggi possono presentare gravi vulnerabilità che mettono a rischio le agenzie governative e non esistono applicazioni poco importanti.

Poiché le agenzie di tutto il mondo si spostano in un ambiente cloud-first in cui dati e funzionalità sono accessibili da qualsiasi parte del mondo, è essenziale che dispongano di soluzioni moderne che forniscano piena visibilità in ogni sito Web e applicazione. I moderni approcci di scansione delle vulnerabilità come le soluzioni DAST e IAST di Invicti possono aiutare le agenzie a diagnosticare e mitigare continuamente i rischi per la sicurezza per tutte le loro applicazioni web.

Se supportate da moderne soluzioni di test della sicurezza delle applicazioni Web, le agenzie saranno in grado di soddisfare le ultime linee guida ZTA e, in tal modo, contribuire a migliorare la sicurezza informatica federale e aiutare a proteggere le informazioni pubbliche e le infrastrutture critiche.


Articoli su Sicurezza

Sicurezza aziendale: da cosa è minacciata e come proteggerla?Il threat modeling per la sicurezza delle applicazioniScanner di vulnerabilità: ecco come funzionanoWeb security: 5 motivi per cui è essenziale contro i ransomwareChe cos'è DevSecOps e come dovrebbe funzionare?Test di penetrazione vs scansione delle vulnerabilitàConsiderazioni sui test di correzione delle applicazioni WebQuattro modi in cui l'analisi AppSec aiuta i tuoi professionisti DevSecOpsQuattro modi per combattere il divario di competenze di sicurezza informaticaDove i framework di cybersecurity incontrano la sicurezza webCome costruire un piano di risposta agli incidenti informaticiRendi i tuoi utenti parte della soluzione di sicurezza webSei l'unico che può proteggere le tue applicazioni webNuovo studio di settore: il 70% dei team salta i passaggi di sicurezzaConvergenza Dev-Sec: i progressi e le sfide sulla strada per garantire l'innovazioneAggiornamento FISMA: cosa sta cambiando e perché è importanteChe cos'è la sicurezza continua delle applicazioni Web?Sei l'unico che può proteggere le tue applicazioni webCos'è la sicurezza del sito Web: come proteggere il tuo sito Web dall'hackingRendi i tuoi utenti parte della soluzione di sicurezza webConvergenza Dev-Sec: la ricerca illustra i progressi per garantire l'innovazioneAggiornamento FISMA: cosa sta cambiando e perché è importanteChe cos'è la sicurezza continua delle applicazioni Web?La differenza tra XSS e CSRFNuovo studio di settore: il 70% dei team salta i passaggi di sicurezzaPrevenzione e mitigazione XSSStop ai compromessi sulla sicurezza delle applicazioni webSfatare 5 miti sulla sicurezza informaticaBasta compromessi sulla sicurezza delle applicazioni webNozioni di base sulla sicurezza web: la tua applicazione web è sicura?Che cos'è l'iniezione dell’header HTTP?Fare shift left o no?Individuazione e correzione di falle di sicurezza in software di terze partiClassi di vulnerabilità Web nel contesto delle certificazioniScripting tra siti (XSS)Che cos'è un attacco CSRFChe cos'è una SQL Injection (SQLi) e come prevenirlaAttacchi di attraversamento di directoryChe cos'è la falsificazione delle richieste lato server (SSRF)?7 migliori pratiche per la sicurezza delle applicazioni WebBlack Hat 2021: la più grande minaccia alla sicurezza informaticaÈ ben fatto? Chiedi allo sviluppatore!Scegli la soluzione di sicurezza delle applicazioni web che fa per teSicurezza fai-da-te: lo stai facendo bene?Sulla sicurezza delle applicazioni web professionali per MSSPLa cattiva comunicazione è al centro delle sfide di AppSecImpostazione e raggiungimento degli obiettivi di sicurezza delle applicazioniMetriche di sicurezza informatica per le applicazioni WebCome evitare attacchi alla supply chainPerché la maggior parte delle misure di sicurezza delle applicazioni fallisceVuoi che la tua sicurezza sia costruita su scuse?Cos'è SCA e perché ne hai bisognoLa scansione ad hoc non è sufficienteEsposizione dei dati sensibili: come si verificano le violazioniHai paura dei test di sicurezza nell'SDLC?Vantaggi di Web Asset DiscoveryStrumenti di scansione delle vulnerabilità: perché non open source?Protezione WAF - Ottieni il massimo dal tuo firewall per applicazioni webL'errore di comunicazione è al centro delle sfide di AppSecDebugger remoti come vettore di attaccoDAST è una parte essenziale di un programma completo per la sicurezza delle applicazioniCome difendersi dagli attacchi recenti su Microsoft Exchange5 principali vantaggi dei primi test di sicurezzaTecniche di attacco Denial-of-Service con avvelenamento della cacheQuali principali attacchi web possiamo aspettarci nella nuova top 10 di OWASP?Hack di SolarWindsPillole di Sicurezza | Episodio 38Pillole di Sicurezza | Episodio 37Perché gli sviluppatori evitano la sicurezza e cosa puoi fare al riguardoPillole di Sicurezza | Episodio 36Cos'è l'attacco RUDYCos'è la navigazione forzataCome gli scanner trovano le vulnerabilitàPillole di Sicurezza | Episodio 34Pillole di Sicurezza | Episodio 35Come eseguire il benchmark di uno scanner di vulnerabilità Web?Pillole di Sicurezza | Episodio 33Pillole di Sicurezza | Episodio 325 proposte di vendita comuni sulla sicurezza delle applicazioni web5 motivi per non fare affidamento sui programmi BountyPillole di Sicurezza | Episodio 315 motivi per cui la sicurezza web è importante quanto la sicurezza degli endpointPillole di Sicurezza | Episodio 305 motivi per cui la sicurezza web è importante per evitare il ransomwarePillole di Sicurezza | Episodio 293 motivi per cui DAST è il migliore per la sicurezza delle applicazioni WebPillole di Sicurezza | Episodio 28Pillole di Sicurezza | Episodio 27Pillole di Sicurezza | Episodio 24Pillole di Sicurezza | Episodio 25Pillole di Sicurezza | Episodio 21Pillole di Sicurezza | Episodio 22Pillole di Sicurezza | Episodio 20Pillole di Sicurezza | Episodio 17Il flag HttpOnly: protezione dei cookie da XSSPillole di Sicurezza | Episodio 16Il Bug Heartbleed – I vecchi Bug sono duri a morirePillole di Sicurezza | Episodio 15Pillole di Sicurezza | Episodio 14Pillole di Sicurezza | Episodio 13Pillole di Sicurezza | Episodio 12Pillole di Sicurezza | Episodio 11Pillole di Sicurezza | Episodio 10Sicurezza delle reti: gli hacker puntano CitrixCyber hacking: la Germania chiede l’intervento dell’UESicurezza informatica: Cisco rilascia aggiornamentiOcchio al cryptojacking: malware infiltrato in Docker HubSIGRed: bug di sistema in Windows Server scovato dopo 17 anniPillole di Sicurezza | Episodio 9Summit Live - Disponibili le registrazioni delle live di MonteleoneCriminalità informatica: Schmersal sventa un cyber-attaccoPillole di Sicurezza | Episodio 8Pillole di Sicurezza | Episodio 7Analisi pratica dei rischi per il SysAdmin, DevOps e Dev | Summit LivePillole di Sicurezza | Episodio 6Pillole di Sicurezza | Episodio 5Pillole di Sicurezza | Episodio 4Pillole di Sicurezza | Episodio 3Pillole di Sicurezza | Episodio 2Pillole di Sicurezza | Episodio 1Pillole di Sicurezza | Episodio 23